Traslochi: una guida e qualche considerazione “per beginners”

Quanto tempo prima devo iniziare a pensare un trasloco? Come posso organizzarlo al meglio? E di cosa ho bisogno per farlo? Servono documenti o autorizzazioni particolari? Quanto mi costerà spostarmi con i miei oggetti da un punto all’altro della città? Domande e dubbi come questi sono del tutto leciti quando si sta per cambiare casa: visita il sito di traslochi Roma Easy per aver tutte le risposte e le informazioni di cui hai bisogno o continua a leggere questa guida essenziale per scoprire come organizzare il tuo trasloco velocemente, senza ansia e senza dover spendere più del dovuto.

Quanto dura, a chi rivolgersi e quali sono i costi di un trasloco

Partiamo dai tempi. Non ce ne sono di prestabiliti: qualche volta per traslocare bastano pochi giorni – ed è questo sicuramente il tuo caso se sei un fuori sede in affitto e con pochi oggetti da spostare da un alloggio all’altro – e qualche volta, invece, possono servire intere settimane – preparati a gestire tempistiche di questo tipo se la tua è una famiglia numerosa o se lavori e hai poco tempo da dedicare al trasloco. L’unica vera regola d’oro è metti in conto sempre qualche giorno in più, soprattutto quando hai scadenze da rispettare come un vecchio contratto che sta per giungere a termine o un nuovo affitto da formalizzare: per quanto organizzato tu possa essere e in grado di rispettare plan e calendario prefissati per il tuo trasloco, infatti, qualche imprevisto non mancherà di arrivare e potrebbe ritardarti sulla tabella di marcia.

Tieni conto, comunque, che se impegni lavorativi o familiari ti impediscono di dedicarti al trasloco potresti affidarti a una ditta di traslochi: soprattutto nelle città grandi come Roma non dovresti avere che l’imbarazzo della scelta e, più di ogni altra cosa, l’offerta di realtà come queste è oggi piuttosto differenziata e puoi trovare, cioè, tanto semplici ditte che si occupano di trasporto, quanto ditte che curano ogni fase del trasloco dall’imballaggio degli oggetti al rimontaggio dei mobili una volta arrivati a destinazione. In altre parole? No, non sei più costretto a fare il tuo trasloco da solo o affidandoti a degli amici, ma puoi contattare dei professionisti e concordare con loro il servizio che fa più al caso tuo.

Ovviamente, quando e se ti rivolgi a una ditta di traslochi i prezzi potrebbero aumentare notevolmente. Un falso mito, infatti, merita di essere sfatato: il trasloco non è necessariamente un’operazione (molto) costosa. Non hai bisogno infatti né di autorizzazioni, né di licenze o documentazioni che potrebbero comportare costi fissi. Anche per imballare i tuoi oggetti puoi utilizzare materiali di scarto e a costo nullo o quasi, come gli scatoloni usati che trovi in qualsiasi supermercato o le cassette da frutta che puoi chiedere al tuo fruttivendolo di fiducia e riutilizzare poi, tra l’altro, come contenitori una volta che avrai sistemato gli oggetti a casa nuova. Persino per spostare i tuoi mobili potresti organizzarti con l’auto di casa e l’unica spesa da sostenere sarà, così, quella del carburante. Va da sé, invece, che un professionista ha tariffe e prezzari ad hoc ma, vista la concorrenza che esiste in molte città, non dovrebbe essere difficile approfittare di promozioni e prezzi speciali.

Author: Admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *