Scegliere il migliore Compro Oro a Roma è questione di trasparenza

compro-oro-roma-migliore

Nel corso degli ultimi anni, i Compro Oro si sono moltiplicati a Roma. Prezzi dell’oro vantaggiosi ne hanno, infatti, favorito in maniera sostanziale la diffusione, ma soprattutto la crisi economica che imperversa in Italia, ha portato chi possiede preziosi e oro a scegliere di venderli.
Vendere l’oro non è però una pratica semplice: i prezzi cambiano giornalmente e spesso la disonestà di alcune rivendite mette in cattiva luce il settore, portando alcune persone a non fidarsi.

Per conoscere il valore dell’oro usato da vendere in un Compro Oro, ecco alcuni consigli per valutare l’oro e massimizzare il profitto, tramite semplici passaggi.

Capire la caratura dell’oro

La caratura indica la purezza dell’oro, calcolata in parti su 1000 (9,12,14,18,22,24 KT – carato); partendo da quella con valore minore di 9 Kt, contenente 333 parti su 1000, si arriva fino al massimo di 24 Kt, contenente 999 parti su 1000.
Basterà guardare all’interno di anelli o collane, dove si trova la caratura incisa, passaggio fondamentale prima di recarsi nei Compro Oro. In base alla caratura dell’oro, la quotazione sarà diversa poiché essendo l’oro una lega metallica molto morbida, per la produzione di gioielli viene mescolato con altre leghe, andando a inficiare sul prezzo finale di vendita.

Pesare l’oro

Prima di recarsi in un Compro Oro, è possibile pesare l’oggetto in oro anche con una semplice bilancia da cucina elettronica con i grammi. Servirà per capire in maniera molto approssimativa il suo peso e fare già una stima potenziale del guadagno. Inoltre, servirà per capire se al momento della pesa nel negozio il commesso sarà onesto con voi; ovviamente, se il peso a casa sarà di 25 grammi e in negozio ne risulteranno 15 (ossia una differenza alta), è bene recarsi altrove.

Conoscere la differenza fra peso dell’oro e delle pietre incastonate

Se si cerca di vendere collane o anelli con pietre incastonate occorre sapere che per alcuni Compro Oro la pietra all’interno potrebbe valere nulla. Data l’esperienza, alcuni operatori nei Compro Oro effettuano un semplice calcolo matematico per scorporare il peso dello zircone o delle perle incastonate nel gioiello, senza rimuoverle; un Compro Oro che effettua anche la rivendita di gioielli e pietre preziose, effettuerà sicuramente quotazioni più vantaggiose.

Informarsi sui Compro Oro

Le recensioni online sono il metro migliore per avere informazioni sull’esperienza di altri nella vendita dell’oro usato, ma si può anche chiedere ad amici o parenti se già sono stati in un Compro Oro, così da ricevere già qualche indicazione su dove recarsi. Un Compro Oro a Roma con ottime recensioni è orolive.it.

Come funziona la valutazione dell’oro usato in un Compro Oro?

Una volta terminata la raccolta di informazioni preventive a casa e trovato il Compro Oro che ispira maggior fiducia, cosa accade quando l’operatore ha in mano il gioiello che vogliamo vendere?

Pesatura dell’oro

La pesatura dell’oro è una delle fasi fondamentali per la vendita dell’oro: occorre assicurarsi che la bilancia in dotazione al negozio sia certificata e abbia il sigillo del servizio di ispezioni e verifiche comunale. Una bilancia con doppio schermo, uno a vista del commesso e uno a vista del cliente è, inoltre, una garanzia ulteriore di trasparenza. Rispetto al peso casalingo, differenze di pochi grammi sono accettabili, ma se il peso differisce di 5/7 grammi, si consiglia di recarsi altrove.

Primo controllo visivo

Successivamente alla pesatura, il commesso effettuerà un primo controllo visivo con delle apposite lenti, per verificare colore, lucentezza del metallo e caratura riportata sul gioiello. Attenzione, durante questa fase non vengono utilizzati acidi o pietre.

Prima valutazione dell’oro usato

Una volta effettuata la prima pesatura e il controllo visivo, si passa alla terza fase, la valutazione dell’oro. In base al peso dell’oro e al valore attuale di vendita sancito dalla borsa di Londra, il commesso potrà dare una prima stima del guadagno. In genere l’oro usato viene pagato al 75% del valore attuale; la stima comprende già le imposte di fonderia, che vanno dai 0,30 €/grammo fino a 1 €/grammo. Da valutare, inoltre, che dal peso vengano scorporate tutte le parti che non contengono oro: ad esempio, in una catenina la mollettina all’interno del gancio potrebbe essere in acciaio o altre leghe metalliche.

Controllo approfondito dell’oggetto in oro

Una volta avuta la stima iniziale, il commesso passerà al controllo della purezza dell’oro. Solo i Compro Oro più avanzati dispongono dello spettrometro a raggi x, uno strumento che verifica materiale e caratura riportata sul gioiello; più comuni, i test con gli acidi: gli acidi reagiscono diversamente a seconda delle varie carature. Il test viene eseguito sfregando su una lastra l’oggetto, che rilascia così particelle di oro che vengono bagnate con dell’acido nitrico. La verifica della caratura verrà sancita dal tipo di acido utilizzato per reagire a determinate carature (dai 9 ai 24). Supponendo che l’oro sia 14ct, se sfregando sulla pietra e facendola reagire con l’apposito acido da 14ct non succede nulla, vuol dire che l’oro ha una caratura differente. Il test verrà ripetuto fino a che non si otterrà la caratura effettiva. Lo spettrometro, invece, è lo strumento più affidabile per tale compito: esegue un’analisi con dei raggi X e darà in tempo reale l’esatta composizione dell’oro e dei vari metalli contenuti al suo interno.

Documento di acquisto e pagamento

Una volta accertata la qualità e il peso effettivo dell’oro, l’operatore del Compro Oro compilerà il documento di acquisto: su di esso saranno riportati i dati delle due parti, cedente e acquirente, il prezzo sancito dalla compravendita e il mezzo di pagamento scelto. In merito al pagamento, dal luglio 2017 il decreto legislativo n.92 sancisce che è possibile corrispondere in contanti una cifra che non superi i 499,99 €; in caso di vendita superiore a tale importo, il commerciante dovrà corrispondere la somma tramite bonifico bancario o assegno.

Sicuramente vendere oro a Roma non è un’impresa semplice, poiché oggigiorno la trasparenza non sempre è una costante. Quindi, se avvertite comportamenti sospetti da parte del commerciante, comportamenti diversi da quelli sopra descritti, recatevi altrove per rivendere l’oro.

Author: Admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *