Josko Gravner, il Re delle anfore

Alla scoperta di un produttore iconico

Josko Gravner è uno dei protagonisti della storia vitivinicola italiana. E’ uno dei guru del vino naturale, come spiega Apewineboxes.com, negozio online leader in materia di vino naturale e vino biodinamico.

Gravner come nuova filosofia produttiva

Josko rappresenta perfettamente un cambiamento radicale nel modo di pensare il vino in Friuli e nel mondo. Contadino sul Collio, a Oslavia per la precisione, Josko inizia a vinificare le uve di famiglia a 16 anni, inizialmente in acciaio e poco dopo in barrique. Ma, dopo circa 10 anni di barrique, sperimenta con successo un nuova tecnica: la fermentazione delle uve in anfore di terracotta provenienti dal Caucaso, da cui deriva il nome dei suoi vini.

 

Friuli, terra benedetta

Giova ricordare che il Friuli Venezia Giulia è un terra benedetta per la produzione di vino in generale, ed in particolare per l’approccio naturale. Possiamo affermare con certezza che alcuni dei più noti nomi della viticoltura italiana si trovano in questo quadrante.

 

Solo uva autoctona

Oggi Josko Gravner ha anche progressivamente eliminato tutti i vitigni da lui considerati estranei, per arrivare a coltivare nei vigneti di Oslavia e Hum (in Slovenia) principalmente due storiche varietà autoctone: la Ribolla Gialla e il Pignolo Rosso. Da più di 30 anni non usa prodotti chimici di sintesi nei suoi vigneti, che lavora esclusivamente a mano, con una cura e una passione senza eguali, che trova le sue radici nella profonda sensibilità e nel rispetto che nutre nei confronti dell’ecosistema nel quale viviamo.

 

 

 

In Controtendenza

Il suo è un modo di fare vino sicuramente in controtendenza rispetto alle mode del passato e del momento, ma le sue scelte sono sempre state impeccabili; lavorare le uve in anfore di terracotta, lunghissime macerazioni, commercializzare i vini non prima di sette anni dalla vendemmia: tutto questo, unito alla sua incredibile passione per il terroir del Friuli, ha dato vita ad etichette che passeggiano a testa alta nell’olimpo dei grandi vini biologici e biodinamici. Josko è un precursore di questo stile, un maestro, che si annovera di diritto tra i migliori vignaioli del nostro Paese.

Author: Admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.